mercoledì 14 gennaio 2015

Amigurumi, la passione che cresce sul web

Chi conosce gli amigurumi lo sa già: la passione per questi bambolotti fatti a maglia o all'uncinetto è contagiosa, chi comincia non può più fermarsi senza progettare, scoprire ed imparare a farne altri. Non può nemmeno smettere di parlarne, tanta è la passione che pervade chi li realizza.

Che siano amigurumi di bambole manga, di animali o di creature fantasiose ed inventate, gli appassionati di questa arte nata nel giappone ne rimangono per sempre conquistati.
Amigurumi, dunque, ami che in giapponese vuol dire lavorare a maglia e nuigurumi che significa peluches, pupazzo. Peluches fatto a maglia, amigurumi!

Negli ultimi anni la passione per gli amigurumi in Italia ha spiccato il volo, centinaia di migliaia le persone appassionate e tante le iniziative e i siti dedicati ai pupazzi all'uncinetto, e tante e sempre di più le persone che si dadicano a loro. Sono facili da imparare, tante sono le pubblicazioni e i siti dedicati agli amigurumi che chiunque può, una volta deciso di fare un amigurumi, cominciare un lavoro.


Le ultime tendenze vedono la realizzazione di pupazzi con le fattezze dei personaggi dei cartoni della disney o dei vecchi fims degli anni settanta, ma alla fine quello che conta è giocare, e chi si dedica agli amigurumi, di sicuro vuole conservare la propria infantile ingenuità realizzando con le proprie mani un pupazzo all'uncinetto.