giovedì 11 luglio 2013

BLANKETS

Siamo tutti transitori, alla fine, quando le cose finiranno con l’andare dove dovranno, rimarranno i nostri manufatti, rimarrà ciò che siamo stati in grado di creare.
Anche con l’amore è cosi, e per forza!, accidenti, se non lo fosse per lui, per cosa dovrebbe mai esserlo…
Ho letto nelle scorse settimane il fumetto di Craig Thompson, Blankets.




Meraviglioso, silenzioso, croccante e ricordante... Blankets è il racconto della prima storia d’amore di due adolescenti, delicata e poetica come può essere la scoperta di se stessi. Craig la racconta con i silenzi e con la neve, con la musica e la inchioda alla vita con la creazione di una coperta, Blankets appunto.

 Ma ciò che toglie il fiato è… che si diventa adulti, la storia finisce e magari si cambia casa, in uno stanzino o in soffitta, dentro un cartone salta fuori quella coperta, e come canta De Gregori “poi all’improvviso tutti gli anni per terra, come i capelli dal barbiere”. Per questo mi piace cucire, per questo mi piace lavorare a maglia e custodire i ricordi con la bellezza e col tempo pieno trascorso nella loro realizzazione: Un giorno, qualcuno, ne sono sicura, aprirà un armadio e dirà a qualcun’altro: ti piace? Li faceva mia nonna…